Warning: Undefined array key "HTTP_REFERER" in /customers/7/4/6/iocisonoetu.it/httpd.www/wp-content/themes/Divi/Divi.template#template on line 43

Cos’è la Fibra Ottica?

Un cavo di Fibra Ottica  è un insieme di filamenti trasparenti di fibra di vetro o polimeri plastici, collegati da una guaina protettiva in gomma.

Si distingue dai cavi in rame, i “doppini”, perché trasporta molti più dati per unità di tempo ed è leggero, flessibile e resistente ai disturbi elettrici e alle condizioni atmosferiche.

Queste caratteristiche rendono i cavi in fibra più  performanti nella trasmissione dei dati e meno soggetti a guasti così da ridurre  i disservizi  e i costi di manutenzione.

Cavo di fibra ottica e doppini: le differenze

Un singolo cavo di fibra è costituito da due sezioni: una interna molto trasparente ed una esterna, opaca e riflettente. Questo fa si che ogni impulso luminoso che trasfonde nella sezione interna rimbalzi continuamente, senza disturbi esterni e senza dispersione all’interno.

Un doppino di rame invece è costituito da elettroni che fluiscono lungo le varie direzioni in maniera informe, infatti i doppini si disperdono e si urtano tra di loro uscendo dagli schemi.

Quindi la fibra ottica è più performante rispetto ai doppini in rame, grazie alle sopracitate caratteristiche.

TIPOLOGIE DI FIBRA: FTTS – FTTH

Una connessione a rete fissa è costituita, da un cavo che collega l’abitazione o l’azienda dell’utente al cabinet,  collegato alla centrale.

Ma come si sviluppa questo collegamento?

FTTS, Fiber to the Street  cioè quando la Fibra Ottica, parte dalla centrale, arriva fino al cabinet, utilizzando il doppino in rame nell’ultimo tratto, con lunghezza massima di 250 metri, portando la fibra nello stabile dell’utente.

FTTH, Fiber to the Home, indica infine tutti quei collegamenti in cui la Fibra Ottica parte dalla centrale ed arriva fino all’interno dello stabile dell’utente.

Il nuovo traguardo della Fibra Ottica: il GPON

Il GPON, Gigabit Passive Optical Network (Rete Ottica Passiva in Gigabit), è una tecnologia che punta all’ottimizzazione delle infrastrutture per una velocità di connessione maggiore.

In base al tipo di struttura di rete, le velocità di accesso garantite da questa tecnologia possono variare tra 1 e 2,5 Gigabit/s.