Il tema della riapertura dei Navigli di Milano è giunto negli ultimi giorni nella fase del dibattito pubblico. La giunta comunale si è assicurata di definire alcune linee guida per garantire una consultazione pubblica trasparente. Lo scopo dell’opera è un rinnovamento di immagine in grado di portare introiti e maggiore popolarità ai quartieri interessati.

Innanzitutto, si dovrà stilare un documento di fattibilità in termini tecnici ed economici del progetto dell’architetto Antonello Boatti, che verrà distribuito anche in versione digitale a tutti gli interessati. Dopodiché residenti e pendolari della zona (dai 16 anni in su) forniranno le loro opinioni in merito tramite moduli cartacei, incontri e il Web.

Secondo le prima indiscrezioni, il sindaco Sala sostiene che i cantieri dovrebbero partire nel 2020. Il progetto auspica una riqualificazione anche in un’ottica di sostenibilità ambientale, prevedendo ridistribuzione del traffico, risparmio energetico e ottimizzazione dell’area interessata.

Diteci la vostra opinione a riguardo: che ne pensate di questo progetto?