I vaccini costituiscono ancora un tema caldo nelle notizie di attualità e l’UE non può non tenere in considerazione questo fatto. A fronte anche di casi di copertura vaccinale non adeguata, il Parlamento Europeo chiede maggiore trasparenza durante la produzione ed un ridimensionamento dei costi.

Con l’avversione per le vaccinazioni sempre più generalizzata, inoltre, si è diffusa anche molta disinformazione a riguardo, contribuendo a ridurre notevolmente l’immunità di gregge. Ne conseguono spesso, purtroppo, vere e proprie epidemie (come nel caso del morbillo).

A fronte di queste premesse, l’UE chiede più trasparenza alle industrie farmaceutiche sia nella realizzazione dei vaccini che nell’enunciazione dei materiali che li compongono, per rassicurare le famiglie di consumatori sulla sicurezza di questi prodotti.

Altro punto cardine è il costo effettivo di un set di vaccini, che stando ai dati risulta aumentato di quasi 70 volte rispetto ai primi anni Duemila. Per questo motivo, gli eurodeputati hanno fatto appello alla facoltà di accorpare il potere d’acquisto degli Stati membri dell’Unione.