Violenza sulle donne #IOCISONOETU solidali con Gessica Notaro

Sempre più solidali a chi subisce abusi, oggi nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne #BASTAVIOLENZA  NO alla  Violenza sulle donne #IOCISONOETU Gessica Notaro,

Violenza sulle donne #IOCISONOETU .. Noi siamo con te …  sei un esempio per tutte le donne e aiutaci a donare il coraggio di come rinascere dopo un abuso.

La testimonianza della miss riminese sfregiata con l’acido dall’ex: “Come colmare le lacune del sistema? Un maggior utilizzo dei braccialetti elettronici, corsi riabilitativi per uomini maltrattanti e prevedere l’ascolto del giudice della parte offesa”. Due proposte di legge presentate al convegno ‘Senza Veli Sulla Lingua’

“La strada da fare è ancora lunga. Ma siamo in tanti a batterci, con sacrificio e cuore, e spero che finalmente verremo ascoltati”.
C’è anche Gessica Notaro, miss riminese sfregiata con l’acido dall’ex ed oggi simbolo della lotta alla violenza sulle donne, in prima linea al convegno ‘I diritti delle vittime’, organizzato dall’associazione ‘Senza Veli Sulla Lingua’ per illustrare due proposte di legge a tutela delle donne colpite da abusi.
Sul tavolo dell’incontro, la richiesta di eliminazione del rito abbreviato nei casi più efferati di femminicidio/omicidio, e il progetto di realizzazione e messa a norma di un Tabulato unico delle denunce.
Perché ad oggi, spiega l’avvocato promotore dell’associazione Alessia Sorgato: “Spesso le denunce non vengono coordinate in un unico fascicolo e quindi rimangono disperse in tanti rivoli magari affidati a magistrati diferrenti”.
Gessica è accompagnata dal suo legale, Fiorenzo Alessi. Solo una settimana fa la Corte di appello di Bologna ha condannato con rito abbreviato a 15 anni, 5 mesi e 20 giorni di reclusione per aggressione e stalking l’ex compagno Edson Tavares, che nel gennaio del 2017 le lanciò una bottiglia di acido davanti casa, mentre tornava da una serata trascorsa in compagnia del nuovo fidanzato.
Lei, i segni della violenza li porta tutti in faccia. E in quell’occhio che resta ancora bendato con la speranza di un trapianto di cornea previsto a gennaio. Ferita in volto ma non nel temperamento. Bellissima.

Leggi l’articolo completo su Today